Selfiemployment

 

NUOVO BANDO 2021 ‐ AMPLIATE LE CATEGORIE DI SOGGETTI AMMISSIBILI

SelfiEmployment è il nuovo fondo rotativo nazionale promosso dal Ministero del Lavoro e gestito da Invitalia. Con la nuova edizione del bando, che aprirà il 22 febbraio 2021, ai tradizionali finanziamenti per i giovani NEET si aggiungono anche incentivi per le nuove imprese create da donne e disoccupati di lunga durata

A CHI SI RIVOLGE

Le agevolazioni sono rivolte a:

  • Giovani NEET iscritti a Garanzia Giovani entro il 29° anno di età per NEET si intende coloro che non hanno un lavoro e non sono impegnati in percorsi di studio o di formazione professionale;
  • Donne inattive (SENZA LIMITI DI ETA’) vale a dire donne maggiorenni che al momento della presentazione della domanda NON risultano:
    - essere occupate con contratto di lavoro subordinato;
    - titolari di partita IVA attiva;
    - non fanno parte, in qualità di socio o amministratore, di una società attiva.
  • Disoccupati di lunga durata, (SENZA LIMITI DI ETA’) vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
    - sono, da almeno 12 mesi, disoccupati iscritti al collocamento;
    - non sono titolari di partita IVA attiva;
    - non fanno parte, in qualità di socio o amministratore, di una società attiva.
    - registro delle imprese e attiva.


N.B. Le donne inattive e i disoccupati di lunga durata non devono essere iscritti a Garanzia Giovani.


I soggetti proponenti possono avviare iniziative imprenditoriali presentando la domanda nelle seguenti forme:

  • Imprese individuali, società di persone, società cooperative composte massimo da nove soci costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda, purché inattive;
  • Imprese individuali, società di persone, società cooperative non ancora costituite, a condizione che vengano costituite entro 60 giorni dall’ammissione al finanziamento;
  • Associazioni professionali e società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda, purché inattive.

COSA SI PUO’ FARE

Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, come ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi
  • servizi alla persona
  • servizi per l’ambiente
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione)
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili
  • servizi alle imprese manifatturiere e artigiane
  • commercio al dettaglio e all'ingrosso
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.


Sono esclusi i settori della pesca e dell’acquacultura, della produzione primaria in agricoltura e, in generale, i settori esclusi dall’articolo 1 del Regolamento UE 1407/2013.

LE AGEVOLAZIONI

I giovani potranno presentare domanda di finanziamento al Fondo per la concessione di prestiti, per l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, da un minimo di euro 25.00,00 ad un massimo di euro 50.000,00. I prestiti verranno erogati a tasso di interesse zero, senza garanzie personali, coprono fino al 100% dell'investimento e devono essere restituiti in 7 anni

TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO

Sono previste tre tipologie di finanziamento, con diverse modalità di erogazione dei contributi:

  • Microcredito – per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa comprese tra 5.000,00 – 25.000,00 euro al netto dell’IVA;
  • Microcredito esteso – per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa comprese tra 25.001,00 – 35.000,00 euro al netto dell’IVA;
  • Piccoli prestiti – per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa comprese tra 35.001,00 – 50.000,00 euro al netto dell’IVA;


Per tutte le tipologie le agevolazioni consistono in un finanziamento pari al 100% del programma di spesa;


Chi ottiene le agevolazioni deve impegnarsi a realizzare gli investimenti entro 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento di ammissione. La presentazione dei progetti avverrà esclusivamente on line, verrà data una risposta entro 60 giorni dall’invio dell’istanza di finanziamento.

 
 
Apri chat
1
Serve aiuto?
Scrivici un messaggio Whatsapp dal lunedi al venerdi dalle 15 alle 18. In caso di intenso traffico la risposta potrebbe non arrivare subito.